sabato 16 gennaio 2016

2001...Cima della Busazza prima invernale della "Cozzolino"

Per gli appassionati di alpinismo, le Dolomiti d'inverno diventano un magico terreno di gioco per soddisfare la propria sete d'avventura... le cime come d' incanto si trasformano, ammantate da una coltre bianca che le fa apparire  più grandi e  irraggiungibili. Ogni pendio e ogni canale sembrano infiniti, bisogna arrancare per ore sotto il peso di un enorme zaino per venirne a capo. Su camini e fessure, facili d'estate, si va su goffamente con gli scarponi, cercando di farsi strada fra un muro di neve, ogni appiglio va ripulito e le mani intirizzite richiedono frequenti pause. Il gelo prevale su ogni cosa e la luce intensa si fa velocemente obliqua costringendo ad affrettarsi per trovare un buon posto da bivacco...

 


 




Nessun commento:

Posta un commento